Colorati, soffici e capaci di dare un tocco di eleganza a un evento importante,

come una laurea o un matrimonio. I macarons, croccanti meringhe con farina di mandorle e albume d’uovo, farciti con ganache e confetture, possono rappresentare davvero il particolare, l’inedito, il dettaglio che non passa inosservato: possono essere presentati all’interno di scatole trasparenti, quasi a mo’ di bomboniere, oppure possono adornare una torta a forma di piramide, o ancora rappresentare un dessert gustoso da accompagnare a un the o un caffè.

La vera storia dei macarons

Il macaron, antico dolce nato nel Medioevo a Venezia, venne portato da Caterina De’ Medici nel 1533 in dono ai francesi, in occasione del suo matrimonio con il Duca di Orleans Enrico II di Francia. Da quel momento ha assunto varie forme e colori, riuscendo ad accostarsi a qualsiasi tipologia di evento. Dal 1830, i macaron cominciarono a essere serviti con l’aggiunta di marmellate, liquori o spezie.

Negli ultimi anni è protagonista indiscusso dei banchetti nuziali e in particolare del candy table, ovvero del tavolo dei dolci: si può giocare con i colori, abbinarlo alle tonalità delle decorazioni scelte per il matrimonio e alla classica confettata. Se di colore rosso, possono essere perfetti anche per una laurea, donando un tocco quasi alternativo al ricevimento, ma potreste pensare anche ad un mix di colori: esistono infatti quelli alla fragola, al cioccolato, al mirtillo, al pistacchio o al cappuccino. La scelta è davvero vastissima!

Il loro aspetto glamour nel cinema

I macarons rappresentano uno dei dolcetti più amati da Maria Antonietta di Francia, una delle principesse più dibattute della storia, che nel film di Sofia Coppola intitolato “Marie Antoniette” è rappresentata da Kirsten Dunst. Qui la donna, sempre dominata da pressioni e delusioni date dalla vita di coppia, finisce per sfogare le sue ansie in frivolezze costose, come abiti, scarpe e…macarons, amatissimi dalla principessa. Dopo i film della Coppola, i macarons appaiono sempre più nel piccolo e nel grande schermo, come nelle serie tv Sex and The City e Gossip Girl.